Riflessione della settimana (14-21 ottobre 2012)

“Mio zio Alex […] mi insegnò una cosa molto importante. Disse che quando le cose vanno davvero bene dovremmo fare in modo di accorgercene. Non parlava di grandi trionfi bensì di semplici epifanie: bere una limonata all’ombra in un pomeriggio afoso, sentire il profumo di una panetteria vicina, pescare e fregarsene se si pesca qualcosa o no, ascoltare qualcuno che suona bene il piano nell’appartamento accanto al nostro. Zio Alex mi suggeriva, in tali occasioni, di dire a voce alta: “Se non è bello questo, cosa mai lo è?”
(da “Cronosisma” di Kurt Vonnegut)

Mi sa che questa volta non devo aggiungere altro. Ah sì, forse la frase di San Gregorio di Nissa: “solo lo stupore conosce”.